catalogo: L’idrovora di Sassu L’Idrovora di S…

catalogo:

L’idrovora di Sassu

L’Idrovora di Sassu si inserisce nel quadro della bonifica di Arborea, un tempo Mussolinia di Sardegna. Inaugurata il 4 novembre 1934 alla presenza delle massime autorità fasciste dell’isola, si segnala per la sua altezza nel territorio piatto e per le forme moderniste e futuriste. L’edificio, dovuto all’ingegnere Flavio Scano, ha soluzioni decisamente innovative, proprie del Futurismo e del Razionalismo, ma collegate a riferimenti di matrice fascista. Il tema ricorrente è infatti il fascio littorio come elemento sia decorativo sia simbolico. 
I corpi di fabbrica asimmetrici presentano sia elementi curvilinei e meccanici sia elementi più regolari. Il parallelepipedo centrale, con finestre in lunghezza, unisce i due corpi laterali, che hanno forme a semicilindro percorse da lunghe semicolonne nella parte più alta e da aperture orizzontali in quella più bassa. La torretta d’ingresso alle linee elettriche ha una copertura che si protende a sbalzo, sulla quale si innalza un piccolo corpo quadrato con una serie di dentelli, che richiamano un trasformatore elettrico. 


%d bloggers like this: